Scopri Lerici

Guida alla scoperta del territorio

Le Apuane

La Storia

Territorio di importanza strategica e commerciale, Lerici fu contesa, fin dal Medioevo, fra il domino pisano e genovese. Queste potenze marinare si alternarono anche nella costruzione del Castello. Le frequenti successioni portarono alla edificazione di una delle più spettacolari fortificazioni militari di tutta la regione. Numerose e potenti famiglie si avvicendarono nel governo di questo borgo che, nel 1479, divenne parte del dominio della Repubblica di Genova.

 

La Cucina

Insuperabili, in questo borgo, le zuppe di pesce fresco. Nel ristorante dell'albergo,che vanta un'antica tradizione, scoprirete gli antichi sapori di  frittelle di baccalà o di "bianchetti": avanotti di acciughe e sardine di colore chiaro, da cui il loro nome. Assaggiate la "panizza", polenta di farina di ceci lasciata raffreddare in stampi rotondi e poi tagliata sottile per essere fritta. Al dessert gustate la torta di riso dolce e la "spungata". Accompagnate tutto con gli ottimi vini bianchi locali: i bianchi secchi Albarola, Vermentino, Bosco, il rosso, il passito di Arcola e i vari vini D.O.C. delle 5 Terre, fra i quali si distingue il liquoroso Sciacchetrà.

 

La Natura

Lerici è incastonata in uno scenario naturale tra i più belli d'Italia. Montagne verdeggianti cingono l'insenatura del Golfo di La Spezia, gremito di barche. Un mare stupendo da cui emergono la Palmaria, il Tino e il Tinetto: isole di selvaggia bellezza che sembrano toccare la punta di Portovenere.

 

Curiosità

Quando cala la sera, Lerici diventa, se possibile, più affascinante. I negozi sono aperti fino a tardi e la passeggiata si popola di bancarelle pittoresche. Sabato mattina il lungomare si arricchisce con il mercato settimanale zeppo di banchi che offrono articoli di ogni genere. Sant'Erasmo, patrono del borgo, è festeggiato la prima domenica di luglio con luminarie, fiera e celebrazioni religiose che anticipano la magia dei fuochi artificiali.

 

Da Vedere

Castello di Lerici: fortezza medioevale del XIII sec. Nelle sue sale è ospitato il Museo geopaleontologico, una singolare mostra di dinosauri che vi affascinerà con le ricostruzioni tridimensionali degli ambienti primitivi nei cortili. Cappella di Santa Anastasia: notevole esempio di architettura  gotico-ligure. Oratorio di San Rocco: risalente al XIII secolo, è conosciuto anche come chiesa dei S.S. Martino e Cristoforo. Chiesa parrocchiale di San Francesco: in stile barocco a navata unica, custodisce tele di famosi pittori: i liguri Fiasella, Battista, Carbone, Cappellino e il fiammingo
Miel. Nella cappella del transetto, da non perdere la tavola raffigurante la Madonna di Maralunga, ritrovata nell'omonima baia.

 

Cosa Fare

Corsi di canoa, vela, kayak, sub e i vari sport acquatici a tutti i livelli.Gite in battello: verso La Spezia, Portovenere, le isole, le 5 Terre, Portofino. Escursioni in battello, organizzate dal DORIA PARK HOTEL per l'isola Capraia e l'Acquario di Genova. Trekking da Lerici verso Tellaro attraverso gli antichi villaggi abbandonati di Barbazzano e Portesone con le rovine dei borghi ancora visibili. Locali notturni e la discoteca sul mare meritano il sacrificio di qualche ora di sonno. Escursione consigliata per strada panoramica a Montemarcello, paese di antico aspetto dominante, all'estrenità del promontorio che divide il Golfo della Spezia, dalla piana del Magra.

ONLINE BOOKING

#2
#3
#4